Progettare la tua Cucina ideale? Le regole che devi assolutamente seguire!

Niente panico! Progettare e arredare la propria cucina non è facile, ma grazie a questi consigli avrai delle linee guida da seguire.

Progetta e Arreda Casa da zero senza Panico con i nostri consigli!

1. Studia lo spazio e le sue potenzialità 

Studiare lo spazio significa due cose:

  1. rilevare le misure della stanza con estrema precisione

  2. studiare la disposizione dei mobili

Rileva le misure

La rilevazione delle misure non deve essere sottovalutata e deve essere effettuata nel modo più attento possibile e da esperti. È importante che sia il più precisa possibile perchè in questo modo è più facile comprendere come ottimizzare alcuni spazi e disporre i mobili, soprattutto se di piccole dimensioni.

Più le dimensioni della cucina sono ridotte, più è importante che le misure vengano rilevate in modo preciso.

Scegli la disposizione dei mobili 

La disposizione dei mobili è uno dei passaggi fondamentali per poter rendere vivibile e accogliente la propria Cucina.

Bisogna, innanzitutto, comprendere quali siano le qualità spaziali dell’ambiente; le fonti di luce; la posizione di impianti a gas, idrici, condotti di ventilazione e prese. Una volta definiti questi elementi, si può passare alla progettazione della disposizione dei mobili.

La disposizione dell’arredamento, soprattutto in cucina, deve assicurare libertà di movimento e facilitare l’organizzazione del lavoro. Normalmente, l’organizzazione dell’arredo deve prevedere tre aree di lavoro: cottura, lavaggio delle stoviglie e conservazione cibi. Queste tre aree devono essere disposte in modo da consentire brevi spostamenti da un’area all’altra e in modo da permettere un ciclo continuo di lavoro, quindi tutti gli strumenti necessari a ciascuna area, devono essere posizionati entro il perimetro d’interesse.

Un esempio di disposizione semplice e funzionale può essere quello di mettere in linea da destra verso sinistra un piano di appoggio, i fornelli con il forno, un piano di lavoro, il lavello con lo scolapiatti.

Preferisci un Open Space? Ecco quello che devi sapere!

promozione cucine amahome

2. Scegli il tuo stile ideale

Terzo step di progettazione della cucina è la scelta dello stile e dei materiali che deve rispettare e rispecchiare i tuoi gusti. Esistono un’infinità di stili diversi tra cui poter scegliere, ma l’importante è che qualsiasi stile tu scelga ti possa sentire a casa!

  • Shabby Chic: è uno stile che profuma d’antico, la cucina appare con un’aria un po’ invecchiata come se si ritornasse ai vecchi tempi. Colori chiari sbiaditi come il tortora e arredi e complementi tutti in legno.

  • Minimal: Forme pure, assenza di dettagli superflui e funzionalità portata al suo massimo. forme nette, pulite ed essenziali, lo stile minimal è sinonimo di sobrietà ed eleganza.

  • Industrial: si ispira ai capannoni  ed è una scelta di forte impatto e personalità. Arredare l’ambiente in stile industrial, significa creare un’atmosfera vissuta, rilassante, creativa e chic.

  • Moderno: caratterizzato da forme semplici e lineari, lo stile moderno è sinonimo di innovazione sia nei materiali che nelle soluzioni d’arredo.

  • Classico: è lo stile di un tempo, come un ritorno indietro negli anni. Le cucine sono caratterizzate da mobili in legno, abbinati a pavimenti in pietra e rivestimenti in ceramica. La finiture sono in legno, ma alcuni dei dettagli capaci di esprimere una genuinità dal sapore tipicamente artigianale.

  • Contemporaneo: spesso confuso con lo stile moderno, questo stile presenta spesso dei disegni più elaborati che consentono di ricreare delle atmosfere calde e accoglienti, grazie anche all’utilizzo del tempo. Mentre la cucina classica guarda al passato e quella moderna è futurista, quella contemporanea è lo specchio dell’epoca attuale.

La scelta dei materiali deve essere funzionale e deve permettere la durata nel tempo. Ci sono materiali molto belli e delicati, come la finitura laccata, ma che nel tempo sono quelli più deperibili e che rischiano di rovinarsi prima. Bisogna saper coniugare la bellezza alla funzione d’uso.

3. Dai un tocco di stile!

Per rendere vostra la Cucina è consigliabile inserire alcuni elementi particolari che diano un tocco di stile e che rendano unico il vostro ambiente. Parliamo di accessori che possono sembrare superflui, ma che donano quel tocco in più ai vostri spazi.

progettare la tua cucina con amahome